Crea sito

Qr Code per offrire contenuti multimediali nel giardino del castello Quistini

Addio visite guidate. E’ arrivato il tempo degli smartphone, i telefonini di nuova generazione che grazie a Apple con il famoso iPhone e il sistema operativo concorrente Android dominano ormai da diversi anni il mercato degli apparecchi tecnologici sostituendo il buon vecchio “cellulare”.Stiamo parlando di tecnologia applicata al turismo per una sorta di evoluzione delle guide e audioguide, delle mappe e delle brochure illustrative solitamente in vendita tra gli scaffali dei musei, delle dimore storiche e dei giardini botanici.

Tramite una “app” scaricata gratuitamente dai market di iPhone e Android e un particolare codice a barre chiamato “QrCode” da inquadrare con la fotocamera, si avrà la possibilità di accedere a contenuti multimediali per arricchire una visita o un tour.

Tra i giardini e le sale di Castello Quistini è nato uno dei primi tour multimediali in Franciacorta. Lungo il percorso una ventina di pannelli informativi con l’immagine dello speciale codice a barre permettono, a qualunque possessore di smartphone, di inquadrare e fotografare il codice ed essere automaticamente collegati ad una pagina web contenente informazioni e dettagli relativi al punto di interesse.

“E’ una visita guidata 2.0 – affermano Andrea e Gianluca Mazza, ideatori e realizzatori del progetto – che vede finalmente una collaborazione tra tecnologia e turismo. La strada per un’integrazione totale è molto lunga, in futuro sarà basterà inquadrare una rosa o un’ortensia con il proprio smartphone per ricevere immediatamente informazioni e scheda della varietà botanica

Diversamente da quanto si possa credere, la nascita dei codici QR è tutt’altro che recente: risale infatti al 1994 l’idea di implementare il famoso codice a barre in modo da sfruttarne la capacità di codificare e memorizzare le informazioni, ma è soltanto grazie agli smartphone e alle famose “app” che rivivono oggi.

A Castello Quistini natura e tecnologia corrono a braccetto ed è solo l’inizio. A breve sarà pronta una app pronta da scaricare sul market di Google gratuitamente per conoscere la storia del palazzo e dei giardini. Appuntamento quindi a Castello Quistini a Rovato, in provincia di Brescia. Apertura tutte le Domeniche e festivi dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 fino a fine Luglio.

Per informazioni: http://www.castello quistini.com e http://www.facebook.com/castelloquistini .

 

CONCERTI SOTTO LE STELLE – AI GIARDINI DI SISSI A CASTEL TRAUTTMANSDORFF – MERANO

Si rinnova anche quest’anno la rassegna di concerti sotto le stelle ai Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff: il World Music Festival giunto ormai alla sua 11° edizione, propone per tutta l’estate e all’aperto un ricco programma con artisti di fama internazionale, nell’incantevole scenario del Laghetto delle ninfee.

Uno scenario di quelli che non si dimenticano, in un anfiteatro naturale tra fiori profumati, il Laghetto delle ninfee e le stelle. Così i Giardini di Sissi a Merano accoglieranno anche quest’anno i loro visitatori durante il World Music Festival, rassegna tra le più note nel panorama musicale italiano, capace di attirare un pubblico sempre più vasto. Quest’anno, in sintonia con il tema “piante di tutto il mondo”, si esibiranno solisti e gruppi musicali tra i più blasonati al mondo. In accompagnamento ai bellissimi concerti sarà inoltre possibile gustare prelibati menù sulla terrazza panoramica del Ristorante Schlossgarten, che in occasione della mostra temporanea 2012 “Radici, tuberi & CO.” si sbizzarrisce con creazioni culinarie a base di radici e tuberi.

 

Gli appuntamenti :

Giovedì, 7 giugno 2012

Edoardo Bennato (Italia)

 

Edoardo Bennato, uno dei musicisti italiani di maggior successo, ha saputo creare nell’ultimo trentennio un universo poetico-musicale di straordinaria unicità, lasciandosi andare alle influenze dei più svariati orientamenti musicali, quali il blues e il rock ‘n roll, e cogliendo appieno lo spirito del tempo con l’ironia dei suoi testi.

Prezzo del biglietto: 36,80 €

 

Giovedì, 12 luglio 2012

Ayo. (Nigeria)

 

Nello Yoruba, una lingua dell’Africa occidentale, il suo nome è Ayo, ma comunemente si fa chiamare Joy. Entrambi i termini significano “gioia”. Ed è proprio la gioia che traspare ad ogni sua esibizione! Le melodie soavi e al contempo penetranti di questa cantante di origini nigeriane, celebrata come la “regina dell’urban soul”, rapiscono i cuori della gente e conquistano le classifiche mondiali.

Prezzo del biglietto: 36,80 €

 

Giovedì, 26 luglio 2012

Gocoo (Giappone)

 

Gli undici percussionisti di Tokio, sette ragazze e quattro ragazzi, e i loro quaranta tamburi giapponesi Taiko infiammano il palcoscenico con uno spettacolo musicale di grande potenza. I Gocoo mescolano est e ovest, tradizione e pop, rito e festa, e vanno ammirati dal vivo!

Prezzo del biglietto: 36,80 €

 

Giovedì, 2 agosto 2012

Eliana Burki & iAlpinisti (Svizzera)

 

Già a 20 anni questa audace ambasciatrice della “swissness” sapeva trasformare il corno alpino grazie al suo inconfondibile tocco.

L’eccezionale artista svizzera riesce a trarre dal World Music Sound sfaccettature musicali sempre nuove e a mantenersi sapientemente in equilibrio tra blues, musica latina e rock. Eliana & iAlpinisti ci accompagnano in un viaggio musicale attraverso il mondo, ricco d’energia e d’ispirazione.

Prezzo del biglietto: 25,30 €

 

Giovedì, 16 agosto

Noa (Israele)

 

La cantante Noa è una superstar, conosciuta in tutto il mondo. Bella non solo per il suo aspetto esteriore, ma anche per la sua voce e la sua missione: avvicinare mondi diversi grazie alla musica.

Noa, l’angelo, fonde suoni orientali, jazz e rock in una struttura pop di stampo occidentale, trascinando gli spettatori  con la sua inconfondibile delicatezza.

Prezzo del biglietto: 36,80 €

 

Riepilogo concerti:

Il meglio della World Music ai Giardini di Castel Trauttmansdorff Merano giugno luglio e agosto

07.06.11 | 12.07.11 | 26.07.11 | 02.08.11 | 16.08.11

ore 21.00

 

Prevendite

In tutte le librerie Athesia

Merano: Non Stop Music

Bolzano: Baba’s

Internet: http://www.athesiaticket.it e http://www.greenticket.it

 

L’entrata al concerto è dalle 18.00 fino alle 21.00 e i biglietti si possono acquistare dalle 16.00 in poi alle casse o in prevendita.

 

I Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff Via S. Valentino, 51 a – 39012 Merano

Nuovi orari dei Giardini di Sissi:

dal 1° aprile al 31 ottobre dalle 9.00 alle 19.00

dal 1° aprile al 15 novembre dalle 9.00 alle 17.00

i venerdì in giugno, luglio ed agosto dalle 9.00 alle 23.00

info Giardini: http://www.trauttmansdorff.it

 

I Giardini di Castel Trauttmansdorff, noti anche come i “Giardini di Sissi”, si trovano ai margini orientali della città di Merano (Alto Adige) e presentano in un anfiteatro naturale oltre 80 ambienti botanici da tutto il mondo, diverse stazioni artistiche e sensoriali e svariati giardini a tema. Il Castel Trauttmansdorff, un tempo dimora di villeggiatura dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria, Sissi, oggi ospita un divertente “museo vivo”: il Museo provinciale del Turismo, ovvero Touriseum.

I Giardini sono di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano e sono gestiti dal Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg. I Giardini di Castel Trauttmansdorff fanno parte del prestigioso network dei Grandi Giardini Italiani e sono partner del percorso culturale europeo “La Strada di Sissi”. Premiati come “Parco più bello d’Italia” nel 2005 e come “Parco d’Europa nr. 6” nel 2006, i Giardini, la “meta turistica più amata dell’Alto Adige”, sono un’attrazione unica a livello mondiale grazie al loro connubio unico tra natura, cultura e arte.

VERDE E NATURA – ANCONA – 19 e 20 maggio 2012

Il centro città di Ancona si appresta ad ospitare la terza edizione di Verde e Natura.

Cuore della manifestazione saranno  Corso Garibaldi, Piazza Roma e Piazza Cavour.

 

L’offerta espositiva di Verde Natura vanterà la presenza di circa 80 operatori, divisi tra i settori vivai e mercatino.

Sarà quindi di notevole interesse la gamma di articoli proposti al pubblico, che da questa edizione, si ripropone di ampliare e diversificare, in modo particolare, l’offerta merceologica relativa alla vita all’aria aperta (arredo per esterni, sport, benessere)  e alla promozione delle energie biocompatibili (tra cui pannelli solari e sistemi fotovoltaici).

 

Accanto al florovivaismo, tema portante della mostra mercato, dove scovare bulbi, piante e fiori non comuni, Verde e Natura proporrà  anche una sezione dedicata al mercatino di prodotti naturali e per il benessere, dalla cosmesi agli alimenti biologici, per uno stile di vita sano e dinamico, in equilibrio con la natura.

Non mancherà infine l’opportunità di gustose e salutari pause gastronomiche con i punti ristoro e i cibi di strada.

 

Verde e Natura sarà un’occasione per tutti gli anconetani, ma anche per i turisti, per godersi il centro città in una atmosfera di piena primavera, passeggiando, dal mattino a sera inoltrata, fra aiuole fiorite ed allestimenti verdi realizzati appositamente per i due giorni di mostra.

 

Verde e Natura è organizzata da Blu Nautilus, con il patrocinio del Comune di Ancona.

Organizzazione ed info: Blu Nautilus srl, tel.0541 53294, [email protected],  http://www.blunautilus.it

Alle radici dell’agricoltura – Gigi Manenti – Cristina Sala

La natura spontanea è molto più rigogliosa rispetto a quella degli ambienti coltivati. E’ da questa semplice considerazione che i due autori, Gigi Manenti e Cristina Sala, ispirati da Fukuoka

(La rivoluzione del filo di Paglia, Libreria Editrice Fiorentina, Firenze 1980) e da Putzolu, hanno sviluppato, in oltre 30 anni di lavoro, un metodo di coltivazione di frutta e ortaggi che usa ciò che avviene spontaneamente negli ambienti naturali per ottenere un prodotto dalla qualità elevata e con un forte risparmio energetico. Adottato con successo nella loro azienda agricola, alle porte di Biella da oltre 15 anni, questo metodo è ritenuto

efficace anche da studi tecnici, condotti su loro terreni per saggiarne la qualità.

Un vero e proprio capovolgimento di pensiero che si contrappone non solo all’uso di prodotti chimici, ma anche alla agricoltura tradizionale e alla sua concimazione a base di azoto, fosforo e potassio, proponendo un metodo che consente di ottenere ottime produzioni senza alcun tipo di concimazione, neppure organica. Nella prima parte del testo si evidenziano alcune problematiche e contraddizioni insite nell’agricoltura industriale con un discorso che analizza sia i risvolti economici e sociali di certe scelte produttive, sia le inevitabili ripercussioni che queste hanno sull’ambiente. La seconda parte si concentra sull’esperienza diretta dei due autori. Intento del libro è delineare nuovi percorsi di riflessione in aperto dialogo con il mondo accademico e con il pubblico che dimostra un’attenzione maggiore a queste tematiche e ai loro risvolti nella vita di tutti i giorni.

Collana: Quaderni d’Ontignano

Pagine: 150

Formato: 15×21 cm

Prezzo: € 14,00

ISBN: 978-88-6500-057-1

 

TRE GIORNI PER IL GIARDINO – da venerdì 4 a domenica 6 maggio 2012

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano e

l’Accademia Piemontese del Giardino

 

sono lieti di presentare la 21ª edizione della

 

TRE GIORNI PER IL GIARDINO

I migliori espositori per la prima e più completa mostra-mercato italiana di florovivaismo di qualità

 

Castello di Masino – Caravino (Torino)

da venerdì 4 a domenica 6 maggio 2012

 

La “Tre giorni” 2012 sarà eccezionalmente gemellata con il giardino di Villa della Pergola ad Alassio,

aperto gratuitamente al pubblico sabato 5 e domenica 6 maggio 

Appuntamento da non perdere al Parco del Castello di Masino a Caravino (TO), dove si svolgerà – da venerdì 4 a domenica 6 maggio 2012, dalle ore 10 alle 18 – la ventunesima edizione della “Tre giorni per il giardino, mostra-mercato di florovivaismo da anni sinonimo di qualità ed eccellenza, organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’attenta regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

 

Il successo e il consenso di pubblico riscossi dalla manifestazione sono cresciuti anno dopo anno, tanto che oggi la “Tre giorni” è considerata una delle più importanti e complete esposizioni “verdi” internazionali, grazie anche agli ambiziosi obiettivi che hanno spinto Marella Agnelli e Paolo Pejrone a idearla nel 1992: educare il pubblico alla qualità, alla bellezza e alla diversificazione; far incontrare produttori specializzati con giardinieri “dilettanti”; diffondere la cultura del verde; stimolare i vivaisti a migliorarsi e rinnovarsi.

 

Una vera e propria festa del “verde” per esperti, appassionati di fiori e amanti della natura interessati a un giardinaggio innovativo e rispettoso delle esigenze ambientali, che vedrà arrivare a Masino oltre 160 vivaisti italiani e stranieri accuratamente selezionati, presenti con il meglio delle loro produzioni e tante novità. Molte le categorie esposte, in un trionfo di colori e profumi: piante annuali, biennali e perenni da fiore; piante decorative per la foglia; alberi e arbusti per il giardino e il terrazzo in vaso e in zolla, piante da bacca; piante aromatiche officinali; piante da frutta e da orto; piante acquatiche; piante cactacee e succulente; piante alpine e da roccia; agrumi e piccoli frutti; frutti antichi; sementi rare.

 

Oltre a piante e fiori, in vendita anche cesteria e intrecciati; abbigliamento e attrezzi per la cura del verde, piscine naturali, prodotti ornitologici, vasi decorati e sculture, serre, arredi e tende, editoria specializzata. In più sarà possibile acquistare genuini prodotti dell’orto di primavera – quali asparagi verdi e bianco-rosati, insalatine, rapanelli, fragoline e tutti i sapori e i profumi dell’orto.

In più, saranno organizzati interessanti incontri sul tema dei giardini e della cura del verde e divertenti laboratori ludico-didattici per i bambini.

 

La visita alla manifestazione verrà resa ancora più piacevole dalla fioritura del cosiddetto “Giardino delle Nuvole” – composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey donate al FAI da Fondazione Zegna e messe a dimora sei anni fa nel parco del Castello su progetto di Paolo Pejrone – e dalla visita al settecentesco labirinto di carpini, situato alla fine dell’antico viale di accesso.

 

Novità 2012: a partire da questa edizione la “Tre giorni per il giardino” sarà gemellata con un “grande” giardino italiano, ogni anno diverso, aperto gratuitamente per i visitatori di Masino. Il giardino scelto per il 2012 è quello di Villa della Pergola ad Alassio, salvato da una speculazione edilizia  grazie a una cordata guidata da Silvia e Antonio Ricci, l’autore di “Striscia la Notizia” e grande amico del FAI. Creato in origine dal Generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875 e passato alla famiglia Hamilton Dalrymple ai primi del ‘900, il parco venne definito “…una delle meraviglie della Riviera, degno rivale dei Giardini della Mortola” da William Scott nella sua guida storico-artistica intitolata “The Riviera”(1908). Il parco ricevette un grande impulso dal 1922, quando  la proprietà passò proprio a Daniel Hanbury, secondogenito di Thomas Hanbury, proprietario dei celeberrimi giardini Hanbury della Mortola di Ventimiglia. Grazie alla guida dei volontari del Fondo Ambiente Italiano, sabato 5 maggio dalle ore 15.30 alle 18 e domenica 6 maggio dalle ore 10 alle 18, in occasione della “Tre giorni”, questo splendido giardino magnificamente restaurato, dopo un periodo di abbandono e degrado, dall’Architetto Pejrone sarà eccezionalmente aperto al pubblico, con ingresso gratuito a contributo libero a favore del FAI.

 

Per i più piccoli: durante le giornate di sabato 5 e domenica 6 maggio verranno organizzati per i bambini divertenti laboratori ludico-didattici dal titolo “Con le mani nella terra, i piccoli giardinieri crescono”, tenuti da Nadia Nicoletti, esperta di didattica orticola nonché autrice di libri di successo, quali “L’insalata era nell’orto” e “Lo sai che i papaveri” (Salani Editore). Tante le attività proposte ai bimbi presenti, tra cui la costruzione di un mini-orto da portare a casa e di un pot-pourri utilizzando i fiori profumati del giardino. Inoltre a cura di Oasi Zegna si svolgerà un laboratorio botanico per un approccio consapevole alla natura, durante il quale i piccoli partecipanti potranno creare il proprio vasetto di tagete, fiore molto utile per proteggere le piante dell’orto da parassiti infestanti.

 

In più, sarà possibile effettuare visite guidate, riccamente arredati, agli  interni del Castello di Masino a cura degli studenti e dei docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Piero Martinetti” di Caluso.

 

 

 

Orario “Tre giorni per il giardino”:

– Da venerdì 4 a domenica 6 maggio: dalle ore 10 alle 18.

 

Ingresso “Tre giorni per il giardino”:

– Biglietto per la sola manifestazione: Adulti € 7,00; Bambini (4-12 anni) € 4,50; Iscritti FAI e Soci dell’Accademia Piemontese dei Giardino 3,00; Residenti gratuito. Dalle ore 10 alle 14 di venerdì 4 maggio ingresso gratuito solo per Iscritti FAI e Soci dell’Accademia Piemontese del Giardino.

– Biglietto cumulativo manifestazione + visita al Castello: Adulti € 11,00; Bambini (4-12 anni) € 6,00; Iscritti FAI € 3,00; Residenti gratuito.

 

Per informazioni: FAI – Castello di Masino, tel. 0125-778100; [email protected]

 

Per maggiori informazioni sul FAI: http://www.fondoambiente.it

Un Giardino Ancora – Oliva di Collobiano

Un Giardino Ancora

Il giardino, nel suo riconoscimento dentro la storia del paesaggio, occupa la stessa posizione di piccolo nipote rispetto al nucleo di famiglia: sono sul bordo piuttosto che al centro. Questa è l’analogia, che percorre il racconto. Giornale illustrato e composto da appunti che variano attorno a un tema con sottili cambiamenti, fino a raggiungere alcune convinzioni e lasciare svanire quanto sia diventato superfluo e non necessario alla vita del buon paesaggio. Ultimo libro di Oliva di Collobiano trasmette il messaggio di una esistenza dedicata a compensare la fine dei contadini con la moltiplicazione dei giardinieri del paesaggio che producono cibo e bellezza per il corpo della terra e dell’anima delle persone. Il libro decorato da alcune riproduzioni di acquerelli dell’Autrice dovrebbe rinnovare il successo dei precedenti.

LEF Libreria Editrice Fiorentina

Giardino Parco Paesaggio – corso di storia e cultura del giardino

Giardino Parco Paesaggio

storia idea progetto

DIECI LETTURE , NOVE AVVENTURE

corso di storia e cultura del giardino

Conferenze a cura di Alessandro Mazza

Consulenza scientifica Benedetto Todaro

Nell’accezione corrente intendiamo per giardino un luogo

aperto con presenza prevalente di specie vegetali il cui

assetto sia frutto di intenzione e di cura antropici. Lo

distinguiamo dal parco per le dimensioni, generalmente

minori, e dal paesaggio essendo quest’ultimo esteso a

comprendere quella parte di territorio con il quale si ha

familiarità e che si riconosce dotato di carattere unitario.

Nonostante le specificità che li distinguono i tre termini

sono uniti da un comune destino e da una stessa vicenda

storica che li coinvolge al di là degli aspetti legati alla scala

dimensionale. Unirli intenzionalmente e coinvolgerli in

un’analisi comune assume quindi il valore di precisa

posizione critica. Aggiungiamo che l’idea di giardino,

rispetto alle implicazioni ancora in gran parte inesplorate

del parco e ancor più del paesaggio, gode di una

consuetudine, di una lunga frequentazione da parte della

speculazione filosofica e dell’interesse critico che ne fa un

ricco bacino di acquisizioni e contenuti, molti dei quali

possono utilmente essere riversati sugli altri due ambiti

dimensionali. Del resto, secondo il mito originario l’Eden

non sarebbe ancora parco né paesaggio, ma giardino. Dio

primo giardiniere e, sempre secondo il programma

primigenio, Adamo il curatore. In questa visione il ciclo di

lezioni e di visite è volto ad approfondire aspetti della

cultura del giardino che coinvolgono sia il parco, sia il

paesaggio, intendendo così ricondurre ad unità le

interpretazioni e le strategie che possono essere mobilitate

nell’opera di tutela, di riqualificazione e di nuova creazione

delle aree verdi, dalla dimensione intima e privata fino a

quella pubblica ed estesa.

A chi è rivolto

Il Corso si rivolge a quanti, architetti, paesaggisti, agronomi o

comunque progettisti, riflettono e si interrogano, dall’interno

delle proprie discipline, sull’importanza e la qualità del

paesaggio e del giardino. A loro, alle loro differenti letture si

intende offrire l’occasione per interpretazioni e confronti che

sono insieme storici e concettuali, legati alle differenti idee che

nel tempo hanno attraversato la progettazione di parchi e

giardini.

Ma il ciclo di incontri non intende rivolgersi solo ad addetti ai

lavori. Anche coloro che, da cultori o da appassionati, da

viaggiatori o da cittadini impegnati desiderano approfondire la

conoscenza e la comprensione dello sviluppo storico del

territorio, delle idee che nel tempo l’hanno configurato,

potranno trovare utili risposte al loro interesse.

Per info:  http://www.istitutoquasar.com

Pellegrinaggi in Toscana – Rodolfo Malquori

Da secoli il pellegrinaggio è elemento comune agli uomini e alle donne di fede. Il pellegrino che affrontava un lungo cammino rimettendosi alla Provvidenza e fidandosi della propria “povertà”, veniva rispettato e accolto in ogni casa. Santo era il suolo che attraversava, santa la meta del suo viaggio. In un mondo, soprattutto quello cattolico, che ha perso il valore del cammino come simbolo di affidamento, di accoglienza, la riscoperta di questi luoghi diventa quindi veicolo di valori antichi ma sempre attuali e necessari. Ricca di santuari, la Toscana è regione che in passato è stata centro di pellegrinaggi a piedi, tra le sue colline, alla scoperta di una storia antica, che mescola la tradizione al sacro, la religione alla devozione familiare. In questo volume, l’autore ripercorre la Toscana dei santuari e dei luoghi di culto meta di pellegrinaggi, e li propone al lettore sotto forma di pratiche schede, che ne illustrano singolarmente le origini e la storia. Per ognuno viene poi ricostruita la tradizione culturale e locale legata alla sua presenza sul territorio, rievocando festività e periodi dell’anno di maggior afflusso di pellegrini. Infine l’autore propone consigli pratici su come raggiungerli e dove soggiornare in loco, fornendo i contatti delle principali strutture di ricezione. A corredo del testo anche delle pratiche mappe che ricostruiscono visivamente i percorsi a piedi.

Collana: Chiesa fiorentina e chiese toscane

Pagine: 250

Formato: 15×21 cm

Prezzo: € 18,00

ISBN: 978-88-6500-048-9

 

Felice La Rocca – Luigi Damaso – La Cicerchia – coltivazione e usi alimentari

 

Felice La Rocca – Luigi Damaso

La Cicerchia

coltivazione e usi alimentari

Simbolo di stenti e di fame, la cicerchia è il legume povero delle cucine contadine, che veniva portato in tavola quando non c’era altro di cui sfamarsi. Rustica e saporita è per lo più sconosciuta soprattutto alle nuove generazioni, a causa di una politica economica che, favorendo la monocultura intensiva, ha lentamente abbandonato la biodiversità e la varietà delle coltivazioni agricole. In controtendenza però, la cicerchia viene oggi riscoperta nelle produzioni a km 0 per soddisfare la richiesta di alcuni consumatori, sempre più orientati verso prodotti alimentari locali, tradizionali, a coltivazione biologica e a ridotto impatto ambientale. Sulla scia dei precedenti scudi che molto successo hanno riscosso nel pubblico, gli autori portano il lettore alla riscoperta di questo legume, dalle tecniche di coltivazione, alle sue proprietà organolettiche fino alla preparazione in cucina con sfiziose e pratiche ricette.

Collana: Scudo

Pagine: 64

Formato: 10,5×20,5 cm

Prezzo: € 4,00

ISBN: 978-88-6500-047-2

 

Giardininterrazza – Festival del Verde e del Paesaggio- ROMA

Parco Pensile dell’Auditorium Parco della Musica 18, 19, 20 maggio 2012

Viale Pietro de Coubertin, Roma

http://www.giardininterrazza.com

Il 18 19 20 Maggio 2012 al Parco Pensile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma torna giardininterrazza, cuore, assieme ad altre iniziative, del neo-nato Festival del Verde e del Paesaggio, il più importante evento vivaistico e paesaggistico in Italia.

Accanto ai migliori vivai, artigiani, designer e aziende di arredamento da esterni, ammireremo le sperimentazioni delle Follie d’Autore realizzate da affermati paesaggisti e gli allestimenti dei balconi opera di neo-laureati di Architettura. Oppure chiederemo consiglio su come curare il nostro verde ai Medici delle piante. Novità di quest’anno è la sezione Nuovi Paesaggi, dedicata ai i progettisti che propongono soluzioni creative a chi ha un giardino, una terrazza, un balcone o anche solo un davanzale.

Ad ospitare l’evento sarà, anche quest’anno, l’Auditorium Parco della Musica, che integra il suo programma con questo appuntamento, annoverandolo tra i punti di forza del calendario 2012. Suggestiva la location, il Parco Pensile dell’Auditorium, luogo poco esplorato che regala uno sguardo inedito sulla capitale.

Tre giorni, il 18, 19 e 20 maggio, per una girandola di giardinieri, garden designer, paesaggisti, architetti, vivaisti, artigiani, che metteranno a disposizione del pubblico la loro esperienza, le loro creazioni, i loro prodotti. Soluzioni estetiche e indicazioni sostenibili, per arricchire parchi, giardini, cortili, terrazzi, balconi e vasi e abbellire le nostre città.

E poi i musicisti dell’Accademia Filarmonica Romana, con sorprendenti jam session ed i video documentari sul tema del paesaggio; i corsi con le scuole di giardinaggio e le consulenze per il pronto soccorso delle piante; le installazioni d’arte in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma.

L’appuntamento all’Auditorium ha come obiettivo quello di parlare di verde da ogni punto di vista. Un percorso di oltre 1 km tra fiori, piante, alberi, orti, installazioni, espositori, corsi di giardinaggio, incontri con professionisti, talk e tavole rotonde, iniziative a tutela del verde cittadino, food, presentazioni di libri e uno spazio dedicato ai più piccoli. Una passeggiata di relax e, tra rose, peonie, camelie e rampicanti, i visitatori potranno distendersi sul prato delle  Oasi, con meravigliose stuoie, ombrelloni e box menù. Un continuo movimento di profumi, colori e varietà di piante, dalle mediterranee a quelle esotiche, oltre agli accessori da usare per curarle e agli arredi  dedicati agli spazi esterni.

 

 

All’interno del  Festival del Verde e del Paesaggio:

giardininterrazza. Dopo il successo della scorsa edizione, con oltre 15.000  visitatori, torna giardininterrazza, la mostra mercato di piante, design e arredamento da esterni. La sezione del Festival del Verde e del Paesaggio dedicata alle tendenze del verde urbano privato e del design da esterni, è imperdibile per chi cerca soluzioni innovative e pratiche per trasformare anche il più piccolo spazio  in un angolo verde da godere. Nei tre giorni di evento si acquistano le piante più rare e più belle dei migliori vivai italiani, gli oggetti, i mobili e i complementi da esterno dei negozi ed antiquari  più ricercati, si curiosa tra spunti e proposte di designer e artigiani, nella magnifica cornice dell’Auditorium di Renzo Piano.

Follie d’Autore. L’iniziativa ospita architetti paesaggisti di riconosciuta competenza professionale per ideare e realizzare, in piena libertà creativa, 7 installazioni sul tema del verde e del paesaggio. A ciascun Autore, o gruppo di Autori, viene assegnato, sull’anello del Parco pensile che affaccia sulla Cavea, uno spazio di 30 mq. per allestire il proprio progetto. I paesaggisti invitati a realizzare gli interventi nel 2012 sono indicati dagli Autori dell’edizione precedente.

Giardini in balcone. Una selezione rivolta a laureandi e neo-laureati in Architettura, Architettura del Paesaggio e Design. Oggetto della sfida è il balcone, i partecipanti sono invitati a simulare, su pedane posizionate lungo il percorso della manifestazione, l’allestimento di un balcone in città. L’iniziativa vuole stimolare la creatività del progettista rispetto ad un ambiente piccolo e limitato come quello del tipico balcone cittadino. L’obiettivo è quello di offrire spunti e suggestioni per ispirare anche  il visitatore a trasformare il proprio balcone in un piccolo spazio da godere.

 

Nuovi Paesaggi. La nuova sezione dedicata ai paesaggisti, architetti e garden designer che desiderano presentare un loro progetto ad un pubblico di professionisti, intenditori ed appassionati.

 

e inoltre

Premi. Giurie qualificate assegneranno un premio alle seguenti categorie: Follie d’Autore, Giardini in balcone, Nuovi Paesaggi, Espositori e Vivai

Installazioni di artisti. Realizzate negli spazi del Parco pensile
Performance musicali. Appuntamenti musicali in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana

 

Video e documentari. Proiezione di documentari e video sul tema del paesaggio
Educational. Spazi e attività educative dedicate ai più piccoli
Corsi e applicazioni pratiche. Scuola di giardinaggio/il medico delle piante
Incontri e presentazione di libri. Protagonisti dell’architettura e del paesaggismo italiano, incontrano il pubblico e presentano i loro libri nella zona appositamente allestita

1 2 3 4